Non chiamatemi mamma blogger | #tanaliberatutte

RadioFreccia #tanaliberatutti

Avete presente il monologo di Benassi in RadioFreccia?

Ecco sì, io a volte mi sento un po’ come lui, che c’ha una cosa da dire a qualche mamma in ascolto che come me non dorme, o che ogni mattina intorno alle cinque e trenta, risponde al tweet di #clubinsonnia con un presente! Bella pe me...

Perché vorrei che questo spazio che scrivo fosse uno spazio libero, proprio come quelle radio che lo sono diventate con la liberalizzazione dell’etere del 1976.

Ma credo che sia difficile, perché quando si inizia a fare rete, un po’ più seriamente, si incappi inevitabilmente in certi meccanismi.

Read more

Top of the post #2: 9 Giugno 2014

TOP OF THE POSTQuesta settimana sento doverosamente di dover iniziare il Top of the post con una di quelle letture che fai tutto d’un fiato e poi pensi: Perchè non l’ho scritto io? (Perchè tu sei troppo presa a guardarti qualche serie, scommettiamo?!)

  • Questa è casa mia di Sabina, Ioconmiofiglio. Accomunate dalle origini pugliesi, spesso finiamo a scambiarci curiosità sulle ricette tipiche e sulle differenze culinarie da zona a zona. Tornando al post, me ne sono innamorata perché nelle sue parole mi riconosco. Mi riconosco nell’amore per questa terra così ricca di contraddizioni, mi riconosco perchè nonostante avendo vissuto ormai quasi metà della mia vita in tutt’altro posto, mi sono sempre ostinata a chiamare “questa” la mia Casa.
  • Il club delle casalinghe di m– di Adelaide, Duevoltemamma. Compagna di #tweetparty, il suo post è il  coming-out di chi con ironia riconosce di non essere portata per la casalighitudine a cui in tante abbiamo aderito tra commenti e tweet deliranti. Ne approfitto anche per citare Marina di Da Mamma a Mamma, che con Il club delle casalinghe di m– anch’io ne faccio parte ha sposato anche lei la causa!
  • And last but not least… Portatemi le arance, di Blogmama: occhio, se dovesse essere silente a lungo, probabilmente bisogna iniziare a preoccuparsi!

Ricordo che l’iniziativa di Top of the post è di Koko di Ordinata-mente, qui le regole per partecipare e Buona settimana a tutti!

FamilyManager in progress

Lo ammetto, non ho resistito. Quando di Enrica di Principessecolorate per la sua nuova rubrica ha posto l’amletica domanda “Ti senti più FamilyManager o Desperate Housewife?” mi sono lanciata in uno dei miei deliri da serie tv, essendo per giunta “fresca” di visione dell’omonima serie – per la n? volta.

(In onda l’ottova e conclusiva stagione la mattina su Rai2, vorrei spendere due parole in memoria di Mike Delfino, visto che in questi giorni sto metabolizzando la triste perdita).

Da brava serie tv – nonché Desperate Housewives – addicted, ho sempre immaginato che “da grande” sarei potuta diventare una Lynette Scavo, manager affermata donna moglie e mamma – in quest’ordine solo all’inizio della serie. Salvo poi che, andando avanti con le stagioni, è diventata prima mamma, poi FamilyManager, poi moglie, di Manager neanche a parlarne e della donna, beh, per quello c’è sempre Gabrielle Solis! Il punto è che ho sempre apprezzato il suo approccio organizzato alla vita di famiglia… Il post continua qui.

Read more

Sfida a colpi di poesia

Poesia Perché quando si tratta di sfida, proprio non so resistere 🙂

Qui sotto le regole del gioco lanciato da Nelly de L’angolo dei libri:

Sfidare 5 amici, ognuno dei quali entro 24h dovrà pubblicare sul proprio blog una poesia e indicare a sua volta 5 amici per portare avanti la sfida a colpi di poesia. Pena: regalare un libro allo sfidante.

Raccolgo il guanto lanciatomi da Mammasfigata e rilancio di Ode alla vita, più conosciuta come Lentamente muore. Spesso erroneamente attribuita a Neruda, opera di Martha Medeiros, uso ripeterla a me stessa al posto dei buoni propositi del nuovo anno.

Read more

Liebster Award: sei stato nominato!

 

Liebster awardNo, niente televoto, non sto per lasciare la blogocasa 🙂 Ho ricevuto una nomination da DueVolteMamma – che ringrazio per avermi pensato e fatto conoscere questa iniziativa – per il Liebster Award, premio dei blogger per i blogger. Per accettare il premio, rispondo alle sue domande:

1. Qual’è il luogo dove avete lasciato il cuore? Itaca, perché non c’è niente di più bello e struggente insieme, che fare ritorno alla propria terra.

2. In quale paese vorreste vivere? Dove c’è il mare, caldo e sole tutto l’anno.

Read more