Pillole di buongiorno #20 – il lavoretto della Festa della Mamma

Festa della mammaHo sempre pensato che la Festa della Mamma, del Papà, dei Nonni, della Donna, degli Innamorati, del Gatto, del Topo dell’Elefante e non manca più nessuno, altro non fossero che ricorrenze dettate dal consumismo.

(Sì, lo so, a volte ho la capacità di essere pesante come pochi, ma ci sto lavorando).

Poi sono diventata mamma. E mi sono rinc-retinita anch’io. Un po’ come succede ai cantanti. Avete notato vero, che anche il più rockettaro quando diventa padre penserà bene di condividere la sua forte emozione ammorbando i suoi fan con l’uscita della grande IT che tutti stavano aspettando, ovvero la ninnananna?

Ecco, questo per dire che la Festa della Mamma io quest’anno l’aspettavo proprio. Fremevo in trepidante attesa di ricevere un orrido lavoretto dinanzi al quale mi sarei potuta crogiolare nella commozione.

Read more

L’effetto domino e il pianto del bambino

Effetto domino e pianto del bambinoAvete presente quelle piccole tessere bianche o nere con una serie di puntini bianchi o neri?

Avete presente cosa succede quando, disposte tutte in fila, si urta – volontariamente o involontariamente poco importa – la prima?

Avete presente quando un piccolo, piccolissimo, a volte anche insignificante cambiamento produce un cambiamento analogo dando il via ad una sequenza lineare?

Si dice che l’energia trasferita dall’urto di ogni tessera sia superiore a quella necessaria a far cadere la tessera successiva, e che l’energia impiegata dal processo è quella potenziale gravitazionale, accumulata dalle tessere quando vengono collocate in posizione metastabile.

Read more

Pillole di buongiorno #18 – ferite di guerra?

AsiloAmore l’Inquilina ha un graffio vicino al naso

“Eh, devo assolutamente tagliarle le unghie”

Io ho detto alle maestre all’asilo che devono stare più attente

“Ma guarda Amore che se lo sarà fatto da sola”

Sì, lo so. Ma così gli metto un po’ paura e sono portate a fare più attenzione

Colonna sonora: Eye of the Tiger, Survivor

Togliere il ciuccio in una sola mossa

Togliere il ciuccio[attenzione mamme questo non è un post per gente seria]

Quando ero incinta dell’Inquilina avevo comprato dei ciucci meravigliosi, sembravano fatti di gelatina, in una tonalità di rosa acceso in perfetto pendant con il logo del blog.

L’ho sempre immaginata come una piccola Maggie Simpson, tanto che avevo già deciso – prima ancora che nascesse spazzando via tutte le mie certezze – che sarebbe stato un fantastico costume di Carnevale.

Poi la domanda all’ostetrica del nido durante il corso preparto. Senza essermi resa conto che sarei andata a partorire in un ospedale fortemente pro-allattamento a richiesta, in cui le ostetriche passavano ogni tre minuti chiedendoti quando fosse stata l’ultima volta che l’avevi attaccata alla tetta.

Read more