Gravidansie: le paure delle mamme di Gemelli

Se pensate di essere state apprensive con la prima gravidanza o con le gravidanze singole, aspettate di rimanere incinta di due gemelli. Perché se con la seconda di gravidanza vorreste un attimo rilassarvi, che in fondo sapete già cosa vi aspetta… Sorpresa!

Superato lo shock iniziale del “sono due” come raccontavo qui, non vi meravigliate se il vostro ginecologo vi preparerà all’eventualità che uno possa riassorbirsi… Gianni, l’ottimismo! Ho subito pensato mentre toccavo ferro, facevo le corna e robe simili… Eppure succede, anche più spesso di quanto immaginiamo ahimè.

Trascorsi i primi tre mesi, manco il tempo di godersi il primo grosso sospiro di sollievo, ti annunciano che le gravidanze gemellari sono ad alto rischio di parto prematuro e che a ogni visita bisognerà controllare la lunghezza del collo dell’utero. Non è un caso se ogni mom-to-be si preoccuperà di fare un normale corredino più un mini corredino d’emergenza TAGLIA 00. Capite che per me parliamo di dimensioni inimmaginabili, considerando che la Ninni era una taglia forte già dagli esordi. E non vi meravigliate se inizierà a fare la valigia dell’ospedale dopo la morfologica (ok, io ho un attimo momentato, ma sono un caso a parte) o avrà cambiato auto (qui potremmo aprire un capitolo a parte, perché se già con i gemelli si ha bisogno di taaaanto spazio per portarsi appresso il passeggione – no, non è un refuso, è proprio one – immaginate con tre in età da seggiolino e la necessità di avere tre sedili omologati isofix).

Read more

L’ABC della merenda dolce

So che rischio di diventare monotematica, ma a 33 settimane suonate di gravidanza gemellare, via cosa volete vi racconti? Le mie energie e le mie forze sono concentrate sulle creature e su tutto quello che gli ruota intorno. Compra tutine, smista calzini, fai lavatrici… Io stendo forte.

Se su sollecitazione di mammà e marito mi sono concentrata a chiudere la valigia dell’ospedale e, tra i tanti consigli delle amiche di rete, ho aggiunto alla lista delle cose da non dimenticare degli snack. Sì ok, ma quali? Mica è facile, che con uno ti viene il reflusso, con un altro troppi zuccheri e due secondi dopo hai di nuovo fame, non parliamo di cioccolata che è subito acidità.

Dunque, uno spuntino sano, nutriente, leggero, che non si conservi in frigo e che garantisca un senso di sazietà e di energia. Esattamente quello che cerco per le merende della mia fanciulla quando torna da scuola. Ormai lontana dall’ora del pasto principale ma troppo vicina a quella della cena. E basta una svista perché si rovini l’appetito.

Read more