Mini me

[Attenzione: questo non è un post sui look mamma-figlia, ma una riflessione sul magico momento in cui le bambine vogliono imitare le loro mamme].

Ho sempre pensato che i bambini debbano fare i bambini, e gli adulti gli adulti. Voi direte: arguta! e che altro sennò?

Sarò impopolare ma non ho mai amato vedere mamma e bimba con lo stesso look. Sono inorridita di fronte alle scarpette con i tacchi per le bambine (prime credo di averle viste indosso a Suri Cruise, ça va sans dire). Ho alzato gli occhi al cielo quando ho visto costumi due pezzi misura 12 mesi.

Poi ho avuto una figlia femmina.

Read more

The best of: la top 5 del 2016


the best of✔️5 cose che una mamma fa di notte
Quanto preoccupante è secondo voi il fatto che sia questo il mio post più letto dell’anno considerando di averlo scritto solo pochi mesi fa?!
Mamme della notte, vi ho nel cuore. A voi auguro un 2017 sonni profondi e ininterrotti!

✔️La nanna con la mamma. Regressioni in corso
Aridanghete. Un post di ben due anni fa, ma a quanto pare sempre attuale, quando si parla di risvegli notturni. Molti non sanno (e ovviamente manco io sapevo) che esistono nelle fasi di vita di un neonato delle vere e proprie regressioni notturne (i dettagli nel post).
Mamme della notte, a voi auguro che la privazione di sonno non sia mai tale da farvi perdere lucidità e amorevole pazienza. E se dovesse succedere, sappiate che non siete le sole 😅

✔️Una mamma maleducata
Quante volte vi capita di incrociare lo sguardo di disapprovazione di amici e parenti riguardo le vostre scelte in fatto di educazione? A me tante, tante volte.
Uno dei miei post del cuore, che partecipa al tema del mese delle Stormoms. Tenete d’occhio la nostra pagina per partecipare alle iniziative di coblogging!

Read more

4 Serie TV da vedere (e rivedere)

TIMvision serie tv✔️Mad Men
Se lavori nella pubblicità o nella comunicazione (o sei un appassionato), se ami gli anni ’50 prima ma soprattutto i ’60 e i ’70 poi, se sei un intenditore di serie TV.
Uno spaccato socio culturale dei pubblicitari della Madison Avenue e di quanto ruota attorno alle loro vite.
NB: non si può che soccombere a Don Draper, il protagonista: l’uomo che tutte desiderano, il marito che nessuna merita. Donne avvisate 😀

✔️Grey’s Anatomy
La serie cult su amori e altri disastri degli specializzandi e dei medici del Seattle Grace Hospital.
Curiosità: perché si chiama Grey’s Anatomy. Il titolo della serie gioca sull’assonanza tra il cognome del personaggio principale Meredith Grey e L’anatomia del Gray, importante manuale medico.
La voce narrante di Meredith tira le somme e conclude ogni episodio, accompagnata da un brano che spesso dà il nome alla puntata.
L’ultima volta che l’ho guardata aspettavo l’Inquilina, quindi sì, non ho ancora visto il tragico epilogo di colui che vorremmo veder sorridere ogni mattina. Dite che ce la posso fare?!
Se poi avete presente quelle piccole trascurabili manie da picchi ormonali, avevo una canzone in testa che ero certa di aver ascoltato nella serie. Ho googlato come non ci fosse un domani e consultato la colonna sonora di ben 9 stagioni alla sua ricerca. E alla fine ce l’ho fatta: Two weeks, Grizzly Bear. Ora nelle mie cuffiette 😀

Read more

Vorrei insegnarti

Stacking cubesVorrei insegnarti che nella vita è importante costruire. Un mattone dopo l’altro. E anche se alle volte qualcosa può andar storto e ti sembrerà di aver sbagliato tutto, ti auguro di imparare ad ammettere l’errore, chiedere scusa e ricominciare.

Vorrei insegnarti che nella vita i numeri sono importanti, ora che ti piace contare fino a dieci, e domani. Perché imparerai che da adulti si hanno delle responsabilità e non c’è azione con la quale non ti troverai a fare i conti.

Vorrei insegnarti che se continuerai ad amare le lettere, quelle dell’alfabeto con cui ora giochi così tanto che mi correggi ogni volta che dimentico la J, potrai viaggiare anche tra le quattro mura di una stanza.

Read more

Il tempo delle mamme

Il tempo delle mammeIl tempo delle mamme è fatto di settimane. Avevate mai pensato forse di scandire il vostro tempo in settimane prima della gravidanza?
5 quelle in media necessarie per scoprire che la tua vita cambierà radicalmente.
7 a volte anche 8, per sentire il primo battito.
12 quelle che non vedi l’ora passino in fretta. La più delicate. Trascorse le quali puoi finalmente dirlo a tutti.
20 per fare la morfologica, tra le ecografie la più attesa, in cui finalmente puoi sapere di che colore sarà il fiocco appeso alla porta.
37 sospiri di sollievo, perché oltre le quali un parto è considerato a termine.
38,39,40 è anche più… ognuna è quella buona!

Il tempo delle mamme è quello delle tre ore. Che scandiscono le prime settimane di vita di un neonato. Che ci ha raccontato la Cara Tracy (Hogg, il metodo E.A.S.Y. ne Il linguaggio segreto dei neonati, ndr) essere la regola delle poppate. E tu che sei lì a guardare l’orologio e chiederti in cosa sbagli quando il tuo piccino vuole attaccarsi alla tetta al ritmo di venti minuti se va bene, fino a quando capisci che bisogna buttare dalla finestra prima il libro e poi l’orologio, o viceversa fate un po’ voi, e ascoltare solo il tuo di istinto e il suo di bisogno.

Read more